Come funziona il meccanismo dei post sponsorizzati su Facebook?

Ci sono aziende che stanno sviluppando il loro business utilizzando esclusivamente le Ads di Facebook, ottenendo, in molti casi, risultati eccellenti con investimenti più che contenuti. La concorrenza, però, è in costante e continuo aumento. Ecco perché per creare una campagna Ads su Facebook oggi è necessario conoscere bene come lavora l’algoritmo; cos’è una CBO; quale obiettivo è più adatto o come selezionare il pubblico…

Insomma, gli aspetti da valutare sono innumerevoli. Non basta poter pensare di fare dei post sponsorizzati su Facebook e improvvisare così una strategia, senza tener conto della struttura di una campagna e di tutto ciò che è possibile fare. Ecco i passaggi necessari per iniziare.

la struttura della campagna

Prima di addentrarci nella parte tecnica, è importante soffermarci sulla struttura di ogni campagna Ads Facebook. Avremo una struttura divisa in: campagna – gruppo di inserzioni – inserzioni.

post sponsorizzati facebook

Il nostro suggerimento è quello di creare sempre due gruppi di inserzioni per ogni campagna e due/tre inserzioni per ogni gruppo. Differenziamo i gruppi di inserzioni utilizzando ad esempio pubblici differenti tra loro. Nelle inserzioni invece potremmo mantenere fisso il copy e variare le immagini.

Avremo così circa cinque o sei inserzioni da monitorare per valutare quale ha più potere di engagement.

Post sponsorizzati Facebook: come funziona una campagna

Ma come funziona una campagna vincente?

Avrai sicuramente notato che quando pubblichi un post sulla tua pagina, Facebook ti chiede se vuoi mettere in evidenza il post. Ecco, non farlo! O meglio non farlo cliccando il pulsante “metti in evidenza”. Se ritieni che il tuo post abbia le caratteristiche per attirare pubblico e creare interazioni utili, utilizza la sezione “crea inserzioni” del Facebook Business Manager.

Una volta entrato in gestione inserzioni, troverai una schermata in cui, con il tuo account pubblicitario, potrai creare la campagna Ads. Come vedi qui sotto, troverai esattamente la struttura che abbiamo descritto precedentemente.

post sponsorizzati facebook

Cliccando su “crea” passeremo alla prima fondamentale scelta di ogni campagna: la selezione dell’obiettivo:

post sponsorizzati facebook

La suddivisione primaria degli obiettivi è praticamente un funnel.

  • Sceglieremo gli obiettivi “notorietà” se non abbiamo mai interagito con il pubblico (ad esempio per comunicare a più persone possibili l’apertura di un nuovo locale possiamo scegliere “copertura”).
  • In “considerazione”, abbiamo gli obiettivi utili per consolidare il nostro pubblico (esempio: dopo l’apertura del locale, possiamo utilizzare “installazione dell’app” per spingere a scaricare l’applicazione dedicata alla prenotazione).
  • Infine con “conversione”, raggiungiamo gli obiettivi concreti del nostro business: conversioni/vendita/trafficonel punto vendita. Ma dobbiamo utilizzarli su un pubblico “caldo”, ovvero che già ha interagito con noi e ci conosce.

Dopo questa prima scelta, siamo chiamati a selezionare pubblico, posizionamenti, budget e a creare l’inserzione.

Il Pubblico

Passaggio importantissimo è la selezione del nostro pubblico. Qui andremo ad individuare dati anagrafici, demografici ed interessi del nostro utente tipo. È importante arrivare a questo punto con le idee abbastanza chiare: è in questo passaggio che risiede tutta la forza delle Ads sui social media. Ovvero la possibilità di proporre il nostro prodotto o servizio esattamente agli utenti per cui è stato pensato. Ma se si sbaglia questo passaggio decretiamo il fallimento di tutta la campagna.

Leggi anche:  Corso di SEO online: formazione e conoscenza

Un suggerimento può essere quello di creare un pubblico LAL, (Look A Like) ovvero un pubblico simile a quello della nostra pagina. Questo metodo è molto utile a patto che la nostra pagina goda già di un numero considerevole di follower e che questi siano reali, quindi non amici a cui abbiamo chiesto di mettere like ma che non rientrano nel nostro target.

i posizionamenti

Sapevi che quando crei una campagna Ads da Facebook questa è visibile anche su Instagram? Un grandissimo vantaggio che ci permette di intercettare il nostro pubblico sui due principali social utilizzati attualmente, con un’unica mossa! Per fare questo però è necessario aver precedentemente collegato il nostro account Instagram alla nostra pagina Facebook.

Oltre che su Instagram, il nostro post sponsorizzato verrà mostrato anche sui vari audience network legati a Facebook; su Marketplace e in molti altri posizionamenti. Per questo motivo è importante scegliere testi non troppo lunghi, immagini adatte a diverse visualizzazioni e contenuti trasversali.

il budget

Ora arriviamo alla parte in cui comunichiamo a Facebook quanto vogliamo spendere. Per alcuni obiettivi possiamo ancora scegliere se imputare l’importo alla campagna (CBO) oppure se spalmarlo sui gruppi di inserzioni. La differenza sostanziale è che in caso di CBO non saremo noi ad indirizzare il budget tra i vari gruppi sulla base dei loro risultati, ma farà tutto Facebook in automatico, dedicando più risorse alle inserzioni migliori.

Consiglio: se siamo alle nostre prime esperienze con la sponsorizzazione dei post, utilizziamo la CBO, che visualizzeremo come “ottimizzazione del budget della campagna”, delegando a Facebook il giudizio e la gestione del budget.

post sponsorizzati facebook

Le inserzioni

La parte finale riguarda la creatività e il monitoraggio. Qui andremo ad inserire il copy, le immagini e l’eventuale pixel Facebook.

Se scegliamo di sponsorizzare un post già pubblicato sulla pagina sarà sufficiente selezionare “usa post esistente” e scegliere quello che ci interessa dalla lista che ci verrà proposta. Qui possiamo vedere come verrà visualizzato nei vari posizionamenti e modificare eventuali problemi.

In questa fase possiamo inserire anche la call to action, ovvero, in linea con l’obiettivo scelto, potremo indirizzare la risposta del pubblico verso un’azione che a noi interessa. Ad esempio possiamo inserire la call to action richiedi un preventivo/indicazioni stradali/contattaci/prenota subito…

Qualora il nostro post sponsorizzato rimandi ad una pagina del nostro sito web possiamo inserire il pixel, per monitorare come la nostra campagna Facebook generi risultati. Il pixel di monitoraggio potremmo utilizzarlo in fase di creazione della campagna solo se precedentemente abbiamo effettuato i passaggi necessari per inserirlo sulle pagine del nostro sito.

come diventare un esperto di facebook ads

Come avrai avuto modo di capire, sponsorizzare un post su Facebook non è così semplice come sembra. Se vuoi essere sicuro di conoscere da vicino e in modo professionale i meandri di Facebook, accedi al video corso BeDigital Master che mira a formare figure professionali preparate e competenti. Con l’esperienza di 22 professionisti, oltre 120 lezioni e ben 38 ore di lezione, otterrai le nozioni necessarie per emergere. Inoltre avrai a disposizione un gruppo privato, composto da docenti e studenti, a cui rivolgerti in caso di dubbi, chiarimenti o solo per confrontarti.

Negli anni emerge sempre di più come la differenza tra un lavoro professionale ed uno improvvisato è da ricercare nella formazione. Solo una preparazione di questo tipo, seria e a 360° può garantire risultati vincenti. Non aspettare, inizia oggi a costruire le tue competenze.

Privacy Preferences
When you visit our website, it may store information through your browser from specific services, usually in form of cookies. Here you can change your privacy preferences. Please note that blocking some types of cookies may impact your experience on our website and the services we offer.